PCTO


L’alternanza scuola lavoro entra nel nostro sistema educativo con la legge n. 53 del 28 marzo 2003 che all’articolo 4 la prevede come possibilità di realizzare i corsi del secondo ciclo, consentendo ai giovani  di svolgere la formazione dai 15 ai 18 anni attraverso l’alternanza di periodi di studio e di lavoro, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica sulla base di convenzioni con imprese o con le rispettive associazioni di rappresentanza o con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura o con enti pubblici o privati, disponibili ad accogliere gli studenti per periodo di tirocinio che non costituiscono rapporti di lavoro.

Il D.L. 77 del 15 aprile 2005, che ne è conseguito definisce l’alternanza quale modalità di realizzazione dei corsi del secondo ciclo per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.  Con i Regolamenti emanati con i D.D.PP.RR. n. 87, 88 e 89 riguardanti i nuovi ordinamenti degli istituti professionali, degli istituti tecnici e dei licei viene confermato e consolidato il ruolo dell’alternanza scuola lavoro; le Direttive n. 4/2012 e n. 5/2012 relative alle linee guida del secondo biennio e quinto anno degli istituti tecnici sottolineano che “Con l’alternanza scuola lavoro si riconosce un valore formativo equivalente ai percorsi realizzati in azienda e a quelli curricolari svolti nel contesto scolastico. Attraverso la metodologia dell’alternanza scuola lavoro si permettono l’acquisizione, lo sviluppo e l’applicazione di competenze specifiche previste dai profili educativi, culturali e professionali dei diversi corsi di studi”

La legge 107/2015 nei commi dal 33 al 43 dell’articolo 1, ha reso sistematica l’alternanza scuola lavoro dall’a.s. 2015-2016 nel secondo ciclo d’istruzione, in considerazione del fatto che il mondo della scuola e quello dell’impresa/struttura ospitante non sono più considerate realtà separate ma integrate tra loro, con la  consapevolezza che, per lo sviluppo coerente e pieno della persona, è importante ampliare e diversificare i luoghi, le modalità e i tempi dell’apprendimento. Sono previsti, pertanto, percorsi obbligatori di alternanza scuola lavoro nel secondo biennio e nell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado con una durata complessiva di 200 ore per i licei e 400 ore per gli Istituti tecnici.

La Guida Operativa per la Scuola per le attività di Alternanza scuola lavoro (MIUR 8 ottobre  2015)fornisce orientamenti e indicazioni per la progettazione, organizzazione, valutazione e certificazione dei percorsi di Alternanza scuola lavoro, alla luce delle innovazioni introdotte dalla l. 107.