LICEO SCIENZE UMANE

LICEO LINGUISTICO

LICEO ECONOMICO SOCIALE

LICEO QUADRIENNALE

CONCORSO INTERNAZIONALE SULLE FOIBE

Il Liceo Siciliani è sul podio al Concorso internazionale sulle foibe: ‘I Sommersi della Storia, l’Etica del Ricordo, perché l’inenarrabile ritorni Persona”, bandito dall’ I. I.S.S.“F.  Calasso” di Lecce.

E’proprio grazie al cortometraggio per la sezione artistico-figurativa che tutti gli alunni della classe 4°AL si sono classificati al secondo posto, ricevendo un premio in denaro. Chiara Calò della classe 3°AL del nostro Istituto ha avuto il terzo premio con il suo elaborato per la sezione storico-letteraria.  Gli alunni, insieme con le prof. sse Maria Grazia Carone e Pasqualina Romano, sono stati premiati durante la manifestazione conclusiva del concorso, che si è tenuta il giorno 27 aprile 2019 presso la sede centrale dell’I.I.S.S.  “F. Calasso” di Lecce.  Ad essa hanno partecipato gli alunni vincitori e i loro familiari venuti a Lecce anche da varie parti d’Italia come Brescia, Pescara e Dublino.

Ospite d’onore è stata la cugina di Norma Cossetto, la studentessa istriana di Visinada, stuprata da un branco di diciassette partigiani titini e buttata ancora viva nella foiba. Il momento più emozionante della cerimonia è stato proprio quello in cui la signora ha raccontato la sua storia, ricordando quei drammatici momenti della sua vita con grande dolore e sofferenza, ma allo stesso tempo con la forza di chi ha superato una simile tragedia e che ora cerca di riprendere in mano la propria vita.

Anche altri alunni delle classi IV DL, III AL, IAL e VBL del nostro Istituto hanno partecipato con disegni o poster, che raffiguravano le foibe viste con i loro occhi, mentre altri hanno presentato elaborati scritti. Tutti hanno ricevuto un attestato di merito.

L’obiettivo della manifestazione è stato quello di sensibilizzare su temi di grande attualità quali l’inclusione, la solidarietà, la tolleranza e il rispetto delle diversità e delle identità.

E’stata un’esperienza unica, in cui tutti ci siamo sentiti onorati di commemorare una tragedia, che ha colpito gli italiani e che per anni è stata dimenticata.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.